Visure e certificati

La Camera di commercio rilascia a imprese e privati visure e certificati riferiti alle imprese iscritte nel Registro delle imprese. 

Gli enti pubblici sono tenuti ad acquisire d'ufficio i dati in possesso di altre amministrazioni attraverso il portale VerifichePA.


La visura

La visura camerale può essere richiesta per tutte le imprese iscritte al Registro imprese delle Camere di commercio italiane.

La visura camerale è un documento informativo che riporta informazioni giuridiche ed economiche delle imprese iscritte nel Registro delle imprese e nel REA - Repertorio Economico Amministrativo - tenuti dalle Camere di Commercio italiane: sono riportati aspetti legali e anagrafici dell’impresa, la denominazione, la forma giuridica, la sede legale, il codice fiscale, il tipo di attività svolta e altri elementi relativi agli organi di amministrazione e alle cariche sociali.

 

La visura è dotata di QR code, che consente di verificare se il documento è originale. 

Basta scansionare questo codice identificativo dei documenti ufficiali delle Camere di commercio tramite smartphone o tablet. La lettura del codice avviene tramite l'app "RI QR Code" realizzata da InfoCamere e scaricabile gratuitamente (consulta l'App Store del dispositivo mobile).

​  Approfondimenti sulla visura camerale

 

    Tipi di visura

    La Camera di commercio rilascia diversi tipi di visura, le principali sono:

    • Visura ordinaria: riporta le informazioni legali dell'impresa nonché le principali informazioni economiche e amministrative presenti nel Registro imprese e nel Repertorio economico amministrativo (Rea), relative alle imprese iscritte nella sezione ordinaria e speciale o ai soggetti iscritti nel Rea.
    • Visura storica: nella prima parte riporta la visura ordinaria, nella seconda parte riporta le informazioni relative ad atti, denunce, iscritte e depositate nel Registro delle imprese e le modificazioni avvenute dalla data di iscrizione dell’impresa.
    • Visura in inglese (company registration report): si tratta di una visura ordinaria in lingua inglese.

    Come richiedere una visura

    Costi

    I diritti di segreteria variano da 4,00 euro a 8,00 euro a seconda del tipo di visura.

    Con il Cassetto digitale dell'imprenditore puoi ottenere gratuitamente la visura della tua impresa

    Il certificato

    Il certificato riporta le informazioni legali di un'impresa iscritta al Registro imprese in Italia e le principali informazioni economiche e amministrative.

    Ha valore di certificazione. E’ valido e utilizzabile solo nei rapporti tra privati e per sei mesi dalla data di rilascio.

    Per il rilascio del certificato l’impresa deve essere in regola con il pagamento del diritto annuale.
    Tipi di certificato

    Esistono le seguenti tipologie di certificati:

    Certificato ordinario: riporta le informazioni legali dell'impresa nonché le principali informazioni economiche e amministrative presenti nel Registro imprese e nel Rea, relative alle imprese iscritte nella sezione ordinaria.

    Certificato anagrafico: riporta le informazioni legali dell'impresa nonché le principali informazioni economiche e amministrative presenti nel Registro imprese e nel Rea, relative alle imprese iscritte nella sezione d speciale.

    Certificato di iscrizione nel REA: riporta le informazioni legali nonché le principali informazioni economiche e amministrative relative ai soggetti iscritti nel Rea (enti senza fini di lucro, unità locali di imprese estere).

    Certificato storico: riporta nella prima parte il certificato ordinario o anagrafico e nella seconda le informazioni relative ad atti e denunce, iscritte e depositate nel Registro imprese e le modificazioni avvenute in un determinato periodo di tempo.

    Certificato in lingua inglese (company registration certificate): è destinato esclusivamente all'utilizzo in uno Stato estero; è esente dall'imposta di bollo.

     

    Certificati con postilla

    Se il certificato deve essere prodotto ad autorità estere ed è richiesta l'apposizione della postilla (o apostille), la Prefettura richiede un certificato rilasciato allo sportello con sottoscrizione autografa dell’addetto camerale.

    Non è possibile utilizzare il certificato ottenuto tramite Telemaco.

    Dichiarazioni di assenza di procedure concorsuali (vigenza)

    Per tutti i certificati, ad eccezione di quello di deposito e di assetto proprietario, si può richiedere che venga aggiunta, in fondo al documento, la dichiarazione di assenza di procedure concorsuali per l'impresa interessata (vigenza).

    È possibile richiedere una delle seguenti dichiarazioni di vigenza:

    • Dichiarazione di vigenza corrente: attesta che l'impresa certificata, al momento della richiesta, non risulta sottoposta a procedure concorsuali.
    • Dichiarazione di vigenza storica: attesta che l'impresa certificata, dalla sua nascita, non risulta essere stata sottoposta a procedure concorsuali.

     

    Certificati antimafia — Le Camere di commercio non sono più autorizzate a rilasciare certificati con la dicitura antimafia, né al privato né alle pubbliche amministrazioni o privati gestori di servizi pubblici. Le Pubbliche Amministrazioni, i gestori di pubblici servizi e le SOA devono effettuare le verifiche antimafia sulle imprese unicamente tramite le Prefetture competenti. I privati invece attestano i propri dati antimafia mediante autocertificazione.

     Come richiedere un certificato

    Il certificato può essere richiesto:

    • allo Sportello Cassa e certificati
    • online, aderendo al servizio Telemaco (con il profilo "Consultazione + Invio Pratiche + Richiesta Certificati)
    Certificato online - carta filigranata e contromarche olografiche

    Per l'acquisto online di un certificato è necessario disporre della carta filigranata su cui stamparlo e di contromarche olografiche da apporre sul documento stesso, che danno validità ai certificati rilasciati da terminale remoto, garantendone la non riproducibilità.

     Carta filigranata e contromarche sono acquistabili presso la Camera di Commercio - Sportello Cassa e certificati - e sono disponibili in tre modalità in base al tipo di certificato:

    • oro, per  certificato di iscrizione
    • argento, per certificato storico
    • rame, per certificato artigiano 

     

    Sul certificato prodotto dalla procedura è indicato numero e valore delle marche da bollo che dovranno essere applicate per attestare il pagamento della relativa imposta, obbligatoria.

     Il costo del certificato sarà trattenuto dal conto Telemaco.

    Consulta l’assistenza per l’adesione a Telemaco e per informazioni sulle funzionalità del servizio.

     

    Costi

    I diritti di segreteria variano dai 5,00 ai 7,00 euro a seconda del tipo di certificato.

    I certificati sono emessi in carta da bollo (un bollo da 16,00 euro ogni 100 righe o frazione).

    Possono essere rilasciati in carta libera solo per gli usi consentiti dalla legge. 

     

     

    Contatti

    Sportello cassa - certificati - rilascio atti e vidimazione

    Unità organizzativa
    Sportello cassa - certificati - rilascio atti e vidimazione
    Indirizzo
    PEC
    registroimprese@pec.caor.camcom.it
    Orari

    Sportello al pubblico: dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 12:00

     

    Sede di Cagliari                                 Largo Carlo Felice, 70                            Tel.: 070/60512.464  vidimazione@caor.camcom.it
    Sede di Oristano                                    Via Carducci, 23/25                              Tel.: 0783/2143.260                                        
    Ultima modifica: Mercoledì 13 Ottobre 2021