Metalli preziosi

Sono considerati metalli preziosi il platino, il palladio, l'oro e l'argento.

Gli oggetti si possono produrre con leghe (percentuale di metallo prezioso puro espresso in millesimi) aventi specifici titoli:

  • Platino (Pt) 850, 900 e 950 millesimi
  • Palladio (Pd) 500 e 950 millesimi
  • Oro (Au) 375, 585 e 750 millesimi
  • Argento (Ag) 800 e 925 millesimi

Per ciascun metallo prezioso può essere utilizzato un titolo superiore al rispettivo massimo, p.es. il Platino si può commercializzare anche con titolo superiore al 950 millesimi.

Marchi e titoli

Gli oggetti, per essere dichiarati fatti con metallo prezioso, devono obbligatoriamente riportare due impronte:

  • il marchio di identificazione del fabbricante
  • il titolo espresso in millesimi

Entrambi i marchi hanno una veste grafica specifica, come disegno e grandezza, e devono essere presenti prima della loro immissione in commercio, anche se importati.

Per il marchio di identificazione l'impronta consiste nell'inserire in un esagono schiacciato orizzintalmente la figura di una stella a cinque punte seguita da una numerazione progressiva univoca per azienda seguito dalla provincia di riferimento (CA per Cagliari-OR per Oristano). 

 

 

Per il titolo si riporta il valore espresso in millesimi della percentuale di metallo puro presente nella lega all'interno di una figura geometrica distinta per tipo di metallo prezioso. 

 

 

 

 

Il registro degli assegnatari del marchio di identificazione

Presso ogni Camera di commercio è tenuto il Registro degli assegnatari dei marchi d’identificazione per metalli preziosi.

Chi fabbrica o importa lingotti, verghe, laminati, profilati, semilavorati o lavorati prodotti con metallo prezioso, deve fare richiesta di iscrizione nel Registro e di concessione del marchio di identificazione utilizzando l'apposita modulistica.

Alle aziende assegnatarie di un marchio di identificazione spetta l'onere di imprimere sugli oggetti il marchio di identificazione e il titolo della lega utilizzata.
Assegnazione marchio

L'impresa che intende produrre e/o importare oggetti in metallo prezioso deve fare richiesta di iscrizione nel Registro e di concessione del marchio di identificazione utilizzando l'apposita modulistica

Per l'iscrizione nel registro sono dovuti i seguenti importi:

  • tassa di concessione governativa: € 168,00 da versare a favore dell'Ufficio del Registro e Tasse Concessione Governative - sezione di Pescara
  • diritto di segreteria; € 31,00
  • diritti per sopralluogo tecnico: € 38,31 (diritto di natura commerciale e soggetto a fatturazione)
  • diritti di saggio e di marchio, diversi a seconda della tipologia di azienda (vedi tabella)

 

Diritti di saggio e marchio (assegnazione) importo dovuto

Imprese artigiane o attività commerciali con laboratorio annesso

€ 65,00

Imprese fino a cento dipendenti

€ 258,00

Imprese  oltre cento dipendenti

€ 516,00

Il pagamento dei diritti di assegnazione del marchio possono essere effettuati:

  • direttamente alla cassa camerale, con pagamento in contanti o con bancomat
  • tramite PagoPa (causale: "assegnazione marchio")

 

Rinnovo marchio

La concessione del marchio di identificazione è soggetta a rinnovo annuale, da effettuarsi entro il 31 gennaio utilizzando l'apposita modulistica.

E' previsto il pagamento del diritto di saggio e marchio, in misura pari alla metà di quello dovuto per la iniziale assegnazione.

Diritti di saggio e marchio (rinnovo) importo dovuto

Imprese artigiane o attività commerciali con laboratorio annesso

€ 32,00

Imprese fino a cento dipendenti

€ 129,00

Imprese  oltre cento dipendenti

€ 258,00

 

Pagamento oltre il 31 gennaio - indennità di mora 

Se il versamento viene effettuato in ritardo si aggiunge una mora pari ad un dodicesimo per ogni mese, o frazione di esso, di ritardo.

Mese di ritardo

Imprese artigiane o attività commerciali con laboratorio annesso

Imprese  fino a cento dipendenti 

Imprese oltre cento dipendenti 

febbraio

€ 35,00

€ 140,00

€ 280,00

marzo

€ 37,00

€ 151,00

€ 301,00

aprile

€ 40,00

€ 161,00

€ 323,00

maggio

€ 43,00

€ 172,00

€ 344,00

giugno

€ 45,00

€ 183,00

€ 366,00

luglio

€ 48,00

€ 194,00

€ 387,00

agosto

€ 51,00

€ 204,00

€ 409,00

settembre

€ 53,00

€ 215,00

€ 430,00

ottobre

€ 56,00

€ 226,00

€ 452,00

novembre

€ 59,00

€ 237,00

€ 473,00

dicembre

€ 61,00

€ 247,00

€ 495,00

In caso di mancato pagamento entro l’anno del diritto per il rinnovo la concessione decade, e tutti i punzoni in dotazione devono essere restituiti.

E' prevista anche la segnalazione alla Questura, per eventuali provvedimenti di competenza sulla licenza di Pubblica Sicurezza (se presente).

Il pagamento dei diritti di rinnovo possono essere effettuati:

  • direttamente alla cassa camerale, con pagamento in contanti o con bancomat
  • tramite PagoPa (causale: "rinnovo marchio")
Allestimento punzoni
Le aziende, dopo l'assegnazione del marchio di identificazione, richiedono alla Camera di commercio uno o più punzoni riportanti il proprio marchio identificativo.
I punzoni sono ricavati da matrici in deposito presso la Camera di commercio, che ne registra la quantità ed il formato.
L'impronta risulta incisa sull'oggetto. Se nel tempo l'impronta diventasse non nitida il punzone non deve essere utilizzato e viene riconsegnato alla Camera di commercio.
Cessata per qualunque ragione l'attività tutti i punzoni devono obbligatoriamente essere riconsegnati alla Camera di commercio, compresi quelli usurati.
In caso di smarrimento o furto deve essere fatta apposita denuncia alla Camera di commercio utilizzando l'apposita modulistica.
 
Allestimento token laser

Il marchio di identificazione e i marchi del titolo possono essere impressi con tecnologia laser attraverso il rilascio di un dispositivo Token USB con il proprio marchio identificativo

L'apposizione del marchio mediante marcatura laser è soggetta al pagamento tramite SIPA (Sistema Informatizzato dei pagamenti della PA) pari a:

  • € 70,00: diritti di segreteria per il rilascio Token USB;
  • € 155,00: diritti di segreteria per l'utilizzo della tecnologia laser.

Il pagamento dei diritti di assegnazione del marchio possono essere effettuati:

  • direttamente alla cassa camerale, con pagamento in contanti o con bancomat
  • tramite PagoPa (causale: “rilascio token USB" o "utilizzo tecnologia laser”)
Nel caso in cui la marcatrice laser sia presso un’impresa non rientrante nel territorio di competenza della Camera di commercio di Cagliari – Oristano, si dovrà corrispondere il pagamento della relativa tariffa prevista dalla Camera di commercio dove avverrà la prima impronta.
Vigilanza e controllo
La Camera di commercio svolge attività di controllo nei luoghi del circuito commerciale, a partire dai luoghi di produzione o di importazione, per la verifica del rispetto dei requisiti disciplinati dalla normativa in materia.
Il personale della Camera di commercio che svolge questa specifica attività di controllo ha qualifica di Agente o Ufficiale di Polizia Giudiziaria.
Gli Ufficiali di Polizia Giudiziaria, per le attività di controllo, possono prelevare interi oggetti in metallo prezioso o effettuare dei campionamenti dagli stessi, al fine di accertarne l'esatto titolo reale e verificarne la corrispondenza col titolo impresso, seguendo le disposizioni sui procedimenti di cui alle leggi nn. 689/81 e 241/90 e successive integrazioni e modifiche.
 

Come pagare i diritti con PagoPA

Per poter effettuare il pagamento con il sistema PagoPA è necessario:

1) Accedere al portale PagoPA 

2) Selezionare il Servizio "Marchio metalli preziosi"

3) Selezionare il dettaglio del servizio richiesto (nel caso di pagamento del rinnovo del marchio oltre la scadenza indicare l'importo esposto in tabella)

4) alla voce Causale inserire la descrizione corrispondente al servizio richiesto: “assegnazione marchio" - "rinnovo marchio” - "rilascio token USB" - "utilizzo tecnologia laser"

5) procedere alla compilazione degli altri campi richiesti

Inseriti i dati si può scegliere di stampare il bollettino (IUV) e pagare attraverso i canali su indicati  (Poste Italiane, Banche, Tabacchini, Sisal, ecc.) oppure procedere al pagamento on line con le modalità previste nello stesso portale.

Normativa
Contatti

Metrologia legale

Unità organizzativa
Metrologia legale
PEC
cciaa@pec.caor.camcom.it
Orari

Sportello al pubblico per le Carte tachigrafiche: dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00.

Per tutti gli altri servizi si riceve su appuntamento, da fissare per telefono o e-mail.
Sede di Cagliari                                 Largo Carlo Felice, 70                        Tel.: 070/60512.373-370-431-389 ufficiometrico@caor.camcom.it
Sede di Oristano                                Via Carducci, 23/25                           Tel.: 0783/2143.253-222  tutela.mercato@caor.camcom.it     
Ultima modifica: Giovedì 5 Gennaio 2023