Strumenti metrici

Gli strumenti di misura utilizzati nei rapporti con terzi devono essere legalizzati con procedure che ne valutano la conformità ai requisiti previsti dalla metrologia legale (verifica prima, verifica CEE, periodica, controlli casuali e vigilanza del mercato), con lo scopo di tutelare la fede pubblica in generale.

L'Ufficio Metrico della Camera di commercio si occupa, a livello territoriale, della vigilanza ispettiva sull'attività degli operatori e utilizzatori degli strumenti di misura

L’utente metrico

L’utente metrico è colui che nello svolgimento della sua attività commerciale utilizza strumenti di misura per la determinazione della quantità di prodotto e/o del prezzo nelle transazioni commerciali (a qualunque livello ciò avvenga), dal  produttore fino al dettagliante.

Rientrano, quindi, fra gli utenti metrici:

  • gli esercizi commerciali all'ingrosso e al minuto
  • le aziende industriali che producono prodotti destinati ad altre aziende
  • le aziende vinicole
  • gli spedizionieri
  • le aziende che preconfezionano in peso (dalla confezione di carne alla rete di arance, dagli insaccati al caffè, etc)

Il mancato rispetto delle disposizioni sopra elencate è da considerare come inadempienza dell'obbligo della verifica periodica.

Tutti gli operatori metrici sono responsabili del corretto funzionamento e uso degli strumenti di misura in dotazione e sono soggetti ai seguenti obblighi: 

  • accertare la loro iscrizione nell'elenco presso l'ufficio metrico; 
  • comunicare all'ufficio ogni variazione relativa alla consistenza e variazione degli strumenti metrici utilizzati e all'attività (aperture, chiusure, volture, subentri, trasferimenti, ecc.); 
  • sottoporre gli strumenti alla verificazione periodica entro 60 giorni dall'inizio della loro prima utilizzazione; 
  • richiedere una nuova verifica alla scadenza prevista e se lo strumento è sottoposto a riparazioni, con rimozione dei sigilli metrici, conservare tutti i documenti attestanti l'intervento effettuato; 
  • mantenere l'integrità della targhetta di verificazione nonché di ogni altro sigillo presente sullo strumento; 
  • non utilizzare gli strumenti non conformi o difettosi o inaffidabili dal punto di vista metrologico.

Gli utenti metrici sono registrati nell'apposito elenco formato dalla Camera di commercio competente per territorio sulla base dei dati forniti dal Registro delle imprese, dai Comuni o da altre amministrazioni pubbliche.

Tale elenco contiene i dati giuridici ed economici dell'impresa, gli strumenti utilizzati, l'esito delle verifiche effettuate, lo scadenziario delle verifiche.

 Il fabbricante e/o riparatore metrico

Il fabbricante metrico e/o riparatore è colui che, nell'esercizio della sua attività, fabbrica o ripara strumenti metrici utilizzati per fini commerciali e si assume la responsabilità della conformità dei medesimi ai requisiti fondamentali richiesti dalla normativa vigente.

Per poter ottenere il riconoscimento della qualifica di "fabbricante e/o riparatore metrico" gli interessati devono seguire la seguente procedura, prevista dal Regolamento Camerale n. 143 del 12 Ottobre 2007:

presentare una domanda alla Camera di commercio - Ufficio metrico, utilizzando il modello Camera  presentare una domanda alla Prefettura  della provincia dove si ha la sede legale, per il tramite della Camera di commercio, utilizzando il modello Prefettura

In ciascun modello sono riportate anche informazioni utili sulla presentazione della domanda e sulla documentazione da produrre in allegato.

Oltre alla documentazione indicata nei modelli, è necessario allegare n. 3 marche da bollo al valore corrente al momento della richiesta (una per l'istanza alla Prefettura, una per il certificato di deposito impronta e una per la Presa d'Atto che  rilascia la Prefettura).

 L'Ufficio metrico curerà la trasmissione alla Prefettura della documentazione di competenza, con la certificazione di avvenuto deposito del marchio di identificazione, che consiste nelle iniziali della ditta.

La Prefettura rilascia, per il tramite della Camera di Commercio - Ufficio metrico, una presa d’atto prefettizia.

La ditta, una volta ritirato il provvedimento prefettizio, potrà dare avvio all'attività di fabbricante e/o riparatore metrico i cui laboratori e/o officine potranno operare su tutto il territorio nazionale.

Stiamo aggiornando la modulistica: in caso di necessità vi invitiamo a contattare direttamente l'Ufficio.

Verifica periodica

La verifica periodica consiste nel controllo metrologico legale effettuato sugli strumenti di misura/pesatura utilizzati negli scambi commerciali e/o di interesse, dopo la loro messa in servizio. Tale verifica, effettuata ai fini della tutela della fede pubblica, ha lo scopo di controllare se vengano mantenute, nel tempo, le caratteristiche di conformità alle disposizioni della normativa in materia (D.M. n. 93 del 21 aprile 2017).

Gli strumenti di misura devono essere ripresentati a verifica periodica entro la data di scadenza della precedente verifica e ogni volta che, per necessità di manutenzione, vengano rimossi i sigilli metrici di legalizzazione o che comunque, nel tempo, detti sigilli non risultassero più efficaci come tali.

Gli strumenti devono essere sottoposti a verifica secondo la periodicità indicata nella seguente tabella:

CATEGORIA

PERIODICITA'

Strumenti per pesare

3 anni

Complessi di misura per carburanti

2 anni

Misuratori di volumi di liquidi diversi da carburanti e dall’acqua

4 anni 

Misuratori Massici di gas metano per autotrazione

2 anni

Strumenti per la misura di lunghezze, compresi i misuratori di livello dei serbatoi

4 anni

Strumenti diversi da quelli precedenti

secondo le indicazioni del Ministero

Attualmente la verifica periodica può essere effettuata anche dai laboratori autorizzati, il cui elenco completo è disponibile nel  sito www.metrologialegale.unioncamere.it

Di seguito l'elenco dei laboratori abilitati alla verifica periodica in Sardegna:

Metron Lab srl

tel. 0703511716

bilance e distributori di carburante

F.lli Corona

tel. 078123007

bilance

Trend Oil

tel. 07022300 0650652527

distributori di carburanti

Agli strumenti che sono risultati positivi alla verifica periodica, l’Ufficiale Metrico appone un bollino verde autoadesivo e distruttibile al tentativo di rimuoverlo.

Il bollino riporta:

- il logo del soggetto che ha effettuato la verifica

- l’anno e il mese di scadenza della verifica periodica

- l'indicazione della ditta

- il codice identificativo

Per gli strumenti riconosciuti difettosi alla verifica periodica, cui viene apposto un bollino rosso, viene rilasciato un documento che descrive il difetto riscontrato e viene indicato il divieto di utilizzo sino a esplicita ripresentazione a verifica, dopo essere stato rimesso a norma da riparatori autorizzati.

Le bilance utilizzate nelle attività commerciali al dettagio devono rispondere ai seguenti valori di precisione specifici dei prodotti da pesare:

a) per i prodotti di ortofrutta, pane, cereali, mangimi, ferramenta e affini, la bilancia deve avere una divisione non superiore a 5 grammi;

b) per i prodotti di macelleria, salumi, formaggi, gastronomia, pasticceria, prodotti ittici e affini, la bilancia deve avere una divisione non superiore a 2 grammi;

c) per le spezie, erbe officinali, tartufi e affini, la bilancia deve avere una divisione  non superiore al grammo. 

Tali valori, sono previsti dai DD.MM. 25 febbraio 1982 e 15 marzo 1982 Regolamenti attuativi della Legge 5 agosto 1981, n. 441.                                                                   

Vigilanza e sanzioni

Tutti gli organi di polizia possono vigilare sulla corretta osservanza delle disposizioni in materia di verifica periodica e comminare una sanzione che comporta il pagamento di una somma:

  • da € 516 a € 1.549 per le bilance a funzionamento non automatico;
  • da € 103 a € 620 per tutti gli altri strumenti.
Normativa
Contatti

Metrologia legale

Unità organizzativa
Metrologia legale
PEC
cciaa@pec.caor.camcom.it
Orari

Sportello al pubblico per le Carte tachigrafiche: dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00.

Per tutti gli altri servizi si riceve su appuntamento, da fissare per telefono o e-mail.
Sede di Cagliari                                 Largo Carlo Felice, 70                        Tel.: 070/60512.373-370-431-389 ufficiometrico@caor.camcom.it
Sede di Oristano                                Via Carducci, 23/25                           Tel.: 0783/2143.253-222  tutela.mercato@caor.camcom.it     
Ultima modifica: Martedì 19 Ottobre 2021