Indicatore di tempestività dei pagamenti

Pubblicazione ai sensi dell'art. 33 del D.Lgs. 33/2013 - "Le pubbliche amministrazioni pubblicano, con cadenza annuale, un indicatore dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture, denominato: «indicatore di tempestività dei pagamenti".

Al fine di garantire la tempestività dei pagamenti delle somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti, la Camera di Commercio di Cagliari-Oristano ha adottato le misure organizzative necessarie per assicurare che i pagamenti siano effettuati nel tempo medio di 30 giorni dalla data di ricevimento della fattura.

Secondo quanto disposto dal D.P.C.M. 22 settembre 2014, articolo 9, l'indicatore annuale di tempestività dei pagamenti è calcolato come media ponderata dei giorni intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori, secondo la formula che segue:

Σ (giorni intercorrenti fra data scadenza fattura e data pagamento * importo dovuto) / somma importi pagati nel periodo di riferimento

Sono esclusi dal calcolo, ai sensi del comma 5 del citato articolo, i periodi in cui la somma era inesigibile essendo la richiesta di pagamento oggetto di contestazione o contenzioso.

L'indicatore assume valore negativo qualora i tempi di pagamento siano mediamente in anticipo rispetto alla data di scadenza. 

 

Anno 2023

I° trimestre: - 17,184 giorni

II° trimestre: + 4,94 giorni

III° trimestre: + 8,425 giorni

IV° trimestre:  + 0,359 giorni

Indicatore annuo: - 0,158 giorni

Anno 2022

I° trimestre:  - 0,641 giorni

II° trimestre: 32,955 giorni

III° trimestre: 25,524 giorni

IV° trimestre: 6,197 giorni

Indicatore annuo: 13,537 giorni

Anno 2021

I° trimestre: 42 giorni

II° trimestre: -3 giorni

III° trimestre: -8 giorni

IV° trimestre: 0,063 giorni

Indicatore annuo: 13,13 giorni

Anno 2020

Dicembre 2020: -19 giorni

 

 

Normativa
Ultima modifica: Lunedì 3 Giugno 2024