RENTRI - Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti

Il RENTRI - Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti - è lo strumento su cui il Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica fonda il sistema di tracciabilità dei rifiuti e prevede la digitalizzazione dei documenti relativi alla movimentazione e al trasporto dei rifiuti.

L’adozione di un sistema di tracciabilità, prevista dalla Strategia nazionale per l’economia circolare, permette di acquisire e monitorare i dati ambientali, rendendoli fruibili per le attività di vigilanza/controllo e per le politiche ambientali adottate dal Ministero.

Attraverso la gestione digitale degli adempimenti già previsti dalle norme vigenti, come l'emissione dei formulari di identificazione del trasporto e la tenuta dei registri cronologici di carico e scarico,  il RENTRI consente un costante monitoraggio dei flussi dei rifiuti e di materia.

Il RENTRI rappresenta quindi un punto di incontro tra la transizione ecologica e digitale: permette una sinergia tra le esigenze della pubblica amministrazione e delle imprese e genera benefici per tutti gli attori coinvolti (istituzioni, enti di controllo e imprese).

Chi deve iscriversi

Devono iscriversi al RENTRI operatori professionali:

  • gli enti e le imprese che effettuano il trattamento dei rifiuti
  • gli enti e le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti a titolo professionale
  • gli enti e le imprese che operano in qualità di commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione
  • i Consorzi istituiti per il recupero e il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti

Devono iscriversi al RENTRI produttori le imprese, gli enti produttori iniziali con più di 10 dipendenti che producono rifiuti non pericolosi nell’ambito di lavorazioni:

  • industriali,
  • artigianali,
  • derivanti dal trattamento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue, nonché i rifiuti da abbattimento di fumi, dalle fosse settiche e dalle reti fognarie.

Possono iscriversi per operare come delegati dei produttori:

  • associazioni imprenditoriali rappresentative sul piano nazionale o società di servizi di diretta emanazione delle stesse, 
  • gestore del servizio di raccolta,
  • gestore del circuito organizzato di raccolta.

I delegati possono adempiere, per conto dei produttori, all’iscrizione e la trasmissione dei dati.

Come va fatta l’iscrizione

L’iscrizione va effettuata, esclusivamente via telematica, attraverso il portale del RENTRI integrato nella piattaforma telematica dell'Albo nazionale gestori ambientali.
L’operatore accede alla propria area riservata mediante autenticazione con identità digitale (SPID, CNS, CIE).
L’iscrizione è guidata e può essere compilata in più momenti.
Con la trasmissione della pratica alla Sezione dell’Albo e la contestuale protocollazione l’iscrizione è completata.  

Il RENTRI acquisisce automaticamente dal Registro imprese, dall’Albo Nazionale Gestori ambientali e da altre banche dati ufficiali  le informazioni necessarie per creare il profilo dell’operatore e attivare l’area riservata dalla quale perfezionare l’iscrizione e svolgere le altre operazioni verso il RENTRI. 

Pagamenti

A completamento dell’iscrizione l’utente deve procedere al pagamento, per ogni unità locale, dei seguenti importi:

  • diritto di segreteria pari a 10€
  • contributo annuale diversificato in relazione a:
    • imprese o enti che trattano o trasportano rifiuti, intermediari, consorzi, imprese o enti con più di 50 dipendenti che producono rifiuti e soggetti delegati versano 100€ il primo anno e 60€ per ogni annualità successiva;
    • imprese o enti produttori di rifiuti con dipendenti superiori a 10 e minori di 50 versano 50€ il primo anno e 30€ per ogni annualità successiva;
    • tutti gli altri produttori di rifiuti pericolosi versano 15€ il primo anno e 10€ per ogni annualità successiva.
Il versamento del contributo annuale viene effettuato, successivamente all’iscrizione, entro il 30 aprile di ogni anno attraverso la piattaforma pagoPA.

Supporto

La piattaforma RENTRI mette a disposizione un'area di supporto con un ambiente di FAQ, distinte per categoria, e un assistente virtuale.

Sono disponibili anche le slides del Modulo I del progetto formativo del RENTRI, relativo ai seguenti argomenti:

  • soggetti tenuti all’iscrizione al RENTRI (operatori, produttori, delegati)
  • modalità e tempistiche per l’iscrizione
  • le nuove regole per la gestione dei formulari di identificazione rifiuto
  • le nuove regole per la gestione dei registri cronologici di carico e scarico

La normativa che ha istituito il RENTRI prevede criteri di gradualità per la progressiva iscrizione degli operatori e un periodo preliminare di sperimentazione.

La sperimentazione avviene tramite un’area dimostrativa, RENTRI-DEMO, con regole d’accesso e funzionalità analoghe a quelle del portale ufficiale che rimarrà sempre accessibile, anche dopo la piena operatività del RENTRI.

Scopri la piattaforma RENTRI

 

Normativa
Contatti

Ambiente (AEE - COV- Gas Fluorurati - MUD - Pile)

Unità organizzativa
Ambiente (AEE - COV- Gas Fluorurati - MUD - Pile)
Indirizzo
Via Mameli, 64 - Cagliari
CAP
09124
Telefono
070/60512.756-762
Email
ufficioambiente@caor.camcom.it
PEC
cciaa@pec.caor.camcom.it
Note

Prenota online un appuntamento

Ultima modifica: Lunedì 3 Giugno 2024